Italia declassata: le politiche a debito non funzionano… ovviamente!

Fitch ha abbassato il rating dell’Italia da BBB+ a BBB, due gradini sopra il grado spazzatura.

Questo è finanziariamente ovvio, l’italia è gestita da una classe politica che trasversalmente (cioè tutti i politici, da grillo a renzi, da salvini a berlusconi) parla di aumento della flessibilità che tradotto vuol dire aumento della crescita facendo debito.

Questa è una mentalità che nell’immediato porta voti grazie ai regali economici che può consentire alle più disparate classi sociali e per questo è cavalcata dalla politica, inoltre nell’immediato da anche l’impressione di crescita (chiunque si indebita nell’immediato ha più denaro da utilizzare).

Il problema arriva nel futuro, quando sarà il momento della restituzione del debito, ma in questo caso ai politici attuali non interessa molto visto che sarà un problema dei politici futuri e delle future generazioni (strada già intrapresa dall’italia con craxi e che ci ha portato alla situazione economica attuale, vedi approfondimento).

Questa mentalità purtroppo non è solo italiana ma globale, perpetrata nell’ultimo decennio anche dall’amministrazione obama che ha creato un forte indebitamento del paese (vedi approfondimento).

Il concetto è molto semplice, se si regala denaro a debito si incentiva l’inattività e se questa mentalità diventa virale questo porta al fallimento del sistema economico attuale (vedi situazione).

CONTI CORRENTI A CONFRONTO: ECCO I MIGLIORI (CLICCA)

Copyright © World Today Magazine – Riproduzione consentita segnalando il link e il nome della fonte

Precedente Calcio: il vero albo d'oro della Champions League Successivo Programmi elettorali di Macron e Le Pen