Previsione di crescita dei singoli paesi mondiali da oggi al 2050: l’Italia scenderà al 21esimo posto

Il grafico evidenzia la variazione del PIL (a parità di potere d’acquisto) dei vari paesi da oggi al 2050 (analisi di PriceWaterhouseCoopers).

L’italia presenta una crescita media annua (2106-2050) del pil pro-capite pari all’1,2%, la più bassa ( a pari merito con il Canada) tra i 32 paesi oggetto di analisi.

La sintesi dei cambiamenti in atto, che stanno rivoluzionando le traiettorie di sviluppo globale, è nello scatto previsto per l’India, che nel 2050 non solo supererà la ricchezza prodotta dagli Usa issandosi al secondo posto mondiale alle spalle della Cina, ma da sola varrà quanta l’intera Unione europea.

In un’economia mondiale che già nel 2042 sarà raddoppiata rispetto ai livelli attuali, tra le prime sette posizioni in termini di ricchezza vi saranno ben sei economie emergenti, in grado di scalzare progressivamente dai vertici Giappone e Germania, che pure nella graduatoria scivolano senza crollare. L’area del G7, che oggi vale la stessa ricchezza prodotta dai 7 emergenti analizzati da Pwc (Cina, India, Indonesia, Brasile, Russia, Messico e Turchia), già nel 2040 rappresenterà la metà di questo valore, con l’Europa a spiegare appena il 9% della ricchezza globale, sei punti in meno rispetto ad oggi, gli Stati Uniti a cedere la seconda piazza all’India, rappresentando solo il 12% del totale, quattro punti di riduzione rispetto al dato odierno.

GESTIRE I RISPARMI: guida per tutelare i risparmi e guadagnare con gli investimenti (clicca per approfondire)


blog.soldionline.it/cosamuoveimercati

Copyright © World Today Magazine – Riproduzione Riservata