Il lato della crisi che aiuta i giovani: servono meno anni di lavoro per comprare casa

La crisi non ha solo lati negativi, sicuramente il 50% di disoccupazione under 30 è una piaga che deve essere risolta tagliando i privilegi delle generazioni passate, in modo da poter detassare il lavoro e favorire le assunzioni.

Però la crisi ha anche lati positivi e cioè quello per cui servono sempre meno anni di lavoro per comprare una casa

Il grafico evidenzia il calo degli anni di lavoro necessari per acquistare un’abitazione: se prima della crisi erano necessari 14 anni di lavoro per acquistare un’abitazione a Milano e Roma, adesso il tempo necessario è inferiore ai 10.

Nel complesso in italia prima erano necessari 10 anni per l’acquisto di un’abitazione mentre ora la tempistica si è quasi dimezzata a 6 anni.

Inoltre c’è anche il vantaggio dei tassi di interesse crollati nell’ultimo decennio, se prima della crisi un mutuo a tasso fisso superava abbondantemente il 5%, ora è possibile ottenere un finanziamento anche con tassi inferiori al 2%.

Tutto questo a vantaggio delle giovani generazioni, che già stanno pagando in altri settori

GESTIRE I RISPARMI: guida per tutelare i risparmi e guadagnare con gli investimenti (clicca per approfondire)


blog.soldionline.it/cosamuoveimercati

Copyright © World Today Magazine – Riproduzione Riservata