La rivoluzione fiscale proposta dall’istituto Bruno Leoni

Rossi: Una flat fax al 25 per cento per salvare il Paese dal fisco

Aliquota unica, abolizione dí lrap e lmu, introduzione del minimo vitale
Talvolta ritorna: la proposta della flat tax, questa volta, arriva dall’Istituto «Bruno Leoni», centro studi del liberalismo economico e pensatoio autorevole e moderato: una tassa unica al 25% temperata da interventi a sostegno delle famiglie; un reddito minimo di povertà; l’abolizione di Irap e Imu; l’incremento delle imposte indirette; una diversa fruizione dei servizi pubblici. La proposta l’ha commentata, anche sul Sole24Ore, il prof. Nicola Rossi, pugliese, tra le altre cose consigliere di amministrazione dell’Istituto (dopo esserne stato presidente).

CONTI CORRENTI A CONFRONTO: ECCO I MIGLIORI (CLICCA)

Copyright © World Today Magazine – Riproduzione consentita segnalando il link e il nome della fonte

Precedente Apologia di fascismo... e quella di comunismo? Successivo Povertà assoluta triplicata tra i giovani e diminuita tra gli anziani